Le proroghe di revisione sono finite: Aprile è l’ultimo mese in cui sono in vigore le proroghe di scadenza della revisione

Per far fronte all’emergenza covid-19 lo Stato italiano e l’Unione Europea hanno emesso dei decreti in cui prorogavano le scadenze della revisione per i veicoli: auto, camper e altri veicoli. Per loro Aprile 2022 è l’ultimo mese in cui gli slittamenti della scadenza di revisione sono validi. Andiamo a vedere chi sono i mezzi interessati.

 Proroghe della scadenza di revisione

 

Come abbiamo già detto durante l’emergenza si è verificata la necessità di prorogare la scadenza della revisione ministeriale di auto e camper. Infatti il Governo ha recepito il regolamento UE 2021/267 del 16 febbraio 2021 che, con decorrenza dal successivo 6 marzo, ha (tra le altre cose) prorogato di 10 mesi, causa Covid, la scadenza della revisione auto di vetture fino a 3,5 tonnellate, e del relativo certificato. La proroga si applica ai controlli che avrebbero dovuto essere effettuati nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021. Nessuna proroga invece per ciclomotori, motocicli, motocarri e rimorchi e semirimorchi fino a 3,5 t.

 

Ad oggi, per cui, l’ultima proroga utile riguarda le revisioni in scadenza al 30 giugno 2021 che potranno essere eseguite entro il 30 aprile 2022. Se vi state chiedendo se verranno attuate altre proroghe la risposta è no, al momento non sono in previsione altri slittamenti.

 

Vediamo insieme la tabella delle scadenze di revisione:

Tabella scadenze revisione Aprile 2022
Tabella delle scadenze di revisione per auto, camper e furgoni

L’ultima scadenza di proroga revisione utile è Aprile 2022

Da come possiamo vedere in tabella, chi aveva la revisione in scadenza a Giugno 2021 e ha usufruito delle proroghe emanate dall’Unione Europea e recepite dal Governo italiano, dovrà sottoporre la propria auto o camper alla revisione ministeriale entro e non oltre il 30 Aprile 2022.

Da maggio tutte le scadenze revisioni riprenderanno ad essere come da carta di circolazione del veicolo.

Cosa succede se non faccio la revisione?

La mancata revisione del veicolo è disciplinata dall’articolo 80 del Codice della Strada, che prevede una sanzione amministrativa per il trasgressore compresa tra i 169,00 a 679,00 euro e la sospensione dalla circolazione del veicolo fino al sostenimento dell’esame (con esito positivo). In caso di mancato collaudo per più scadenze, la multa viene raddoppiata. 

Chi utilizza un veicolo sospeso dalla circolazione rischia una multa fino a 7.829 euro, oltre al fermo amministrativo di 90 giorni e, in caso di reiterazione delle violazioni, la confisca del veicolo.

 

 

Tenendo conto che gli ultimi due anni sono stati faticosi e hanno generato confusione, dal 4 aprile andremo a contattare tutti i nostri clienti che risultano con la revisione scaduta per avvertirli ed aggiornare le nostre anagrafiche per dare un servizio sempre di massima qualità.

 

Affidati a Card!

Condividi l’articolo con chi vuoi

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on email

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sui cambiamenti e le novità dell’automotive e delle revisioni, come cambi di tariffa ministeriale o proroghe

Inoltre entrerai a far parte della community esclusiva di CARD in cui potrai avere accesso alle promozioni che ogni mese le officine associate metteranno a disposizione solo per i membri.